Parole d’amor, il nuovo CD delle Sorelle Marinetti

Sono passati ben DIECI anni! Era infatti il 7 marzo del 2008 quando al Teatro Ciak di Milano salirono per la prima volta su un palcoscenico tre bizzarre sorelle, dall’aspetto decisamente vintage e con una sorprendente passione per lo swing e la canzonetta sincopata dei tempi dell’E.I.A.R..

Da allora ne sono passate di note nelle ugole delle Sorelle Marinetti, oggi a tutti gli effetti il trio di canto armonizzato specializzato in recupero di repertorio canzonettistico del periodo precedente la II Guerra mondiale più famoso d’Italia.

Tanti teatri, tante repliche, tanti festival, tante collaborazioni.

Come quella emozionante con Arisa, in occasione del Festival di Sanremo del 2010, che portò inaspettatamente le Sorelle canterine sul palco dell’Ariston per i cori di Malamoreno.

O quella con Vinicio Capossela nel brano Pryntyl, primo singolo estratto dall’album “Marinai, profeti e balene” del 2011, per il quale le Sorelle vennero trasformate nelle Sirene Marinetti.

O con Simone Cristicchi, paziente compagno di viaggio in un divertente tour estivo del 2012 in cui il cantautore laziale vestì i panni di “Asso del microfono” mentre le Sorelle si divertirono a rivoluzionare alcune sue canzoni in stile sincopato.

Passando attraverso la partecipazione sul brano My sound della Sweet Life Society, o nella stralunata cover di Da da umpa del pianista e compositore jazz Rosario Di Rosa, o nel sottile e ironico gioco vocale in Femminilità del duo jazz-pop Deb & Rose.

PAROLE D’AMOR, il nuovo CD in uscita il 16 marzo non è solo l’ultima tappa di questo viaggio, ma anche una celebrazione di tutte queste esperienza e di questi incontri.

Nella sua track-list, accanto a classici dello swing italiano come Sassolino nella scarpa, Maramao perché sei morto, Mille lire al mese – in una stupefacente versione a cappella arrangiata dal M° Christian Schmitz, preparatore vocale e direttore musicale del progetto – c’è spazio per la versione sincopata de L’Italia di Piero, interpretata con il suo autore Simone Cristicchi (con buona pace di Kurt Weill!), o per l’originale interpretazione della leggenda della caposseliana Pryntyl.

Un’attenzione particolare merita un piccolo gioiello d’antan, il brano Parole d’Amor, un inedito di Giovanni D’Anzi – il grande e prolifico autore italiano della prima metà del ‘900, che ha scritto, tra l’altro, canzoni come Ma l’amore no, Bambina innamorata, Ma le gambe e celebri brani in dialetto milanese come O mia bela Madunina. Questo brano, rimasto in un cassetto per 77 anni (!) è stata la proposta – purtroppo non accolta – per l’ultima edizione del Festival di Sanremo.

Ma c’è spazio anche per il divertimento con una elegante versione jazzata del brano del 1996 del gruppo svedese Cardigans Lovefool e con un simpatico “duetto” del Trio con il suo “papà” Christian Schmitz nella deliziosa Il pesce e l’uccellino.

Chiude il CD il brano Lunedì, scritto dal cantautore siciliano Tony Canto e interpretato dalle Sorelle per i titoli di coda del film “Ci vuole un fisico” del regista Alessandro Tamburini, in uscita nelle sale il prossimo 3 maggio.

Ad accompagnare in studio d’incisione le sorelle canterine il quartetto jazz dell’Orchestra Maniscalchi composto da Adalberto Ferrari al clarinetto e C-melody sax, Christian Schmitz al pianoforte, Marco Mistrangelo al contrabbasso e Martino Malacrida alla batteria. Francesco Giorgi al violino partecipa in Come l’ombra, Parole d’amor e Pryntyl.

PAROLE D’AMOR verrà presentato ai fan il prossimo 8 marzo, in occasione del decimo compleanno delle Sorelle Marinetti, in uno spettacolo ricco di ospiti che si terrà al Teatro Leonardo MTM di Milano (Via Ampere 1, h. 21 – biglietti disponibili su Vivaticket e Ticketone).

Ufficio Stampa:
Silvia Varrani e Giorgio Bozzo
P-NUTS S.r.l. – Tel. 02 84242324 – info@p-nuts.it

google+

linkedin

Leave a Reply